In questa guida, vi darò utili consigli per come utilizzare l’aceto in casa, non solo come condimento, ma per tanti altri usi.

L’aceto si può utilizzare come anticalcare ma non solo, per fare le pulizie domestiche, per pulire i tessuti, per curare fiori e piante, e come antiodorante. Ora vediamo i modi più comuni in cui viene impiegato.
Se versiamo alcune gocce di aceto su una spugna possiamo togliere dai lavandini e dalla rubinetteria il calcare, dopo che abbiamo passato la spugna dobbiamo sciacquare e asciugare bene per non lasciare aloni.
Lo possiamo utilizzare anche per rimuovere il calcare dalle grigie dei rubinetti e dal bulbo della doccia il procedimento è molto semplice, basta svitare il bulbo e le grigliette ed immergerle in aceto, fino a quando il calcare non si scioglie.
Risulta essere un prodotto molto utile anche per rimuovere il calcare dal ferro da stiro. È molto semplice dobbiamo solo fare una miscela con metà acqua e metà aceto, fare scaldare come ferro, e premere il pulsante per fare uscire il vapore. Infine lo spegniamo e lo lasciamo raffreddare, una volta fatto ciò lo svuotiamo e lo sciacquiamo accuratamente con acqua.
Infine lo possiamo utilizzare anche per togliere il calcare dalla lavatrice, servono 4 litri di aceto miscelato con acqua, poi facciamo partire la lavatrice con un lavaggio a 90 °. Possiamo anche lavare le parti interne ed esterne della lavatrice.

L’aceto si può usare anche nelle pulizie domestiche: per lavare le finestre e i lampadari e tanti altri oggetti, va bene anche per ripulire le lenti degli occhiali, l’importante che li sciacquate accuratamente e infine asciugati.
Se avete oggetti di rame o ottone potete unire l’aceto al sale grosso, potete anche metterlo su una spugna o un panno umido per togliere la ruggine, lucidare, e sgrassare le pentole oltre a essere anche molto utile per deodorare.
Come il bicarbonato, l’aceto unito all’acqua si può utilizzare anche per ripulire il frigorifero, ed eliminare i cattivi odori che si formano in esso. Va bene anche per eliminare gli odori negli scarichi dei lavandini basta inserirlo una volta ogni sette giorni circa.
In casa si usa anche per pulire tappeti e moquete: dopo aver spolverato con l’aspirapolvere o scopa elettrica, basta passare uno staccio umido con l’aceto facendo attenzione a non fregare troppo altrimenti rischierete di rovinare il tessuto.
Inoltre, può essere utilizzato in alcuni modelli di scopa a vapore per aumentare l’effetto igienizzante di questi attrezzi.

Va bene anche per smacchiare gli indumenti, che spesso si macchiano con i deodoranti, basta metterli in una bacinella con acqua e aceto e dopo averli lasciati in ammollo, procedere con il normale lavaggio a mano o in lavatrice e la macchia sparisce. Ricordatevi che se mettete una tazza di aceto nella lavatrice durante il lavaggio eviterà di stingere se avete capi colorati.

Se avete appena verniciato casa e c’è odore di vernice una tazza di aceto assorbe l’odore, anche contro l’odore del cane è favoloso,basta strofinarlo sul pelo del cane e vedrete che non emanerà più quell’odore sgradevole e durevole.

L’aceto è utile anche in giardino o sul balcone: si possono togliere le erbacce, se la terra non è tanto acida con l’aceto potete aumentare l’acidità. Potete lavare i vasi di terracotta così i pori saranno più liberi e la pianta respira meglio. Mentre per i fiori recisi se unite lo zucchero con l’aceto vedrete quanto vi dureranno. Se vi volete proteggere dalle formiche spruzzategli un po’ di aceto dove sapete che si rifugiano.