Le cocorite sono pappagallini colorati, allegri, ciarlieri, di poche esigenze. Sono tra le più adatte a vivere in una voliera. Se apprezzi questo tipo di compagnia devi però scegliere la coppia. Le cocorite infatti, sono animali gregari e quindi, acquistare un solo esemplare non va bene perché l’ animale soffrirebbe di solitudine.

L’ ideale sarebbe acquistare una coppia, possibilmente di sesso diverso. In tal modo si possono riprodurre e tu potrai assistere al meraviglioso spettacolo della schiusa delle uova che avviene dopo 18 giorni di cova. In questa guida troverai alcuni consigli su come allevarli nella maniera più adatta alle loro esigenze.

Per prima cosa ti consiglio di acquistare una gabbia di forma rettangolare e non rotonda, perché gli animali ne sfruttano meglio lo spazio. Per una coppia di cocorite le dimensioni minime della voliera devono essere 60x40x40h cm. Non devono mancare i posatoi disposti ad altezze diverse e non solo nella parte alta della gabbia. Per dettagli sui modelli è possibile vedere questa guida sulle casette per uccelli.

Il numero delle mangiatoie deve essere pari a quello degli animali, il numero degli abbeveratoi la metà. Sul fondo della gabbia ti consiglio di sistemare della comune carta da giornale che assorbe senza poter essere ingerita dall’ animale come potrebbe invece accadere con la sabbia. Provvedere all’ alimentazione delle cocorite è molto semplice perché esistono in commercio prodotti completi in grado di soddisfare tutte le loro esigenze nutrizionali.

Oltre al mangime base, ti consiglio di somministrare anche frutta e verdura fresche. E’ bene limitarsi a solo tre tipi di frutta: mele banane e kiwi, perché altri frutti potrebbero essere tossici, la verdura invece deve essere lavata e soprattutto asciugata con cura. Potresti anche acquistare dei bastoncini, composti da semi o da frutta e compattati con miele cotto e zuccheri, da appendere all’ interno della voliera. Questi consentono all’ animale di cibarsi compiendo anche una salutare ginnastica funzionale.

Le cocorite si riproducono solo con temperature stabili elevate. Per ogni coppia deve essere approntato un nido di tipo chiuso. Sul fondo le femmine deporranno le uova, fino a sei, che si schiuderanno dopo 18 giorni dall’ inizio della cova. Entrambi i genitori si prendono cura dei piccoli che sono nutriti con il cibo rigurgitato. Durante la fase di riproduzione le coppie possono essere aiutate con l’ impiego di un alimento specifico molto energetico e ricco di sali minerali e di vitamine.