Risulta essere ricominciata la stagione del surf? Oppure non hai fatto pause quest’inverno e pratichi tutto l’anno?
Ecco alcuni consigli per scegliere l’attrezzatura da surf per l’estate!
Oltre alla tavola, è infatti necessario scegliere l’abbigliamento giusto.

Se hai la fortuna di arrivare sul posto già in tenuta da surfista, allora nessun problema.
Per gli altri, consigliamo il poncho da surf per cambiarsi rapidamente (con le mani libere), ma anche per usarlo come telo da spiaggia dopo l’uscita in surf!
Quanto alla tenuta più indicata, ci sono varie possibilità: gli indumenti in neoprene o i boardshort?
La scelta dipende dalle preferenze! Infatti, alcuni preferiscono surfare indossando solo i boardshort, mentre altri prediligono la shorty. La scelta dipende soprattutto dalle condizioni presenti prima di ogni uscita.
Evita però di praticare solo con i boardshort se c’è cattivo tempo e, comunque, anche se fa caldo, perché le condizioni meteo possono cambiare rapidamente in mare!
In ultimo, a seconda del luogo in cui si pratica, un paio di calzari in neoprene da 1,5 mm sarà utile in presenza di rocce.
Il neoprene offre la migliore soluzione isolamento termico/libertà di movimenti per un surfista. Bisogna però imparare ad usarlo a seconda delle condizioni climatiche e delle proprie preferenze.
In generale, le mute 3/2 mm, chiamate mute “estive”, sono più adatte alla stagione estiva. In base alle condizioni meteo, puoi scegliere una muta a manica corta/gambale lungo, un muta a manica lunga/gambale corto oppure una shorty. Queste mute garantiscono grande libertà di movimenti grazie allo spessore di 2 o di 3/2 mm.
Un buon compromesso è costituito anche dal top in neoprene per l’isolamento termico (manica lunga o corta, a seconda del tempo) e un boardshort che garantisce leggerezza e libertà di movimenti.

Suggerimenti: la pratica del surf in estate provoca molte più irritazioni cutanee che in inverno, perché la pelle è a diretto contatto con la tavola. Questi continui sfregamenti possono rovinare più di un’uscita… È quindi utile applicare una sostanza grassa direttamente sulle irritazioni allo scopo di limitare lo sfregamento. Se non funziona, puoi utilizzare l’abbigliamento tecnico più adatto: boardshort, water T-shirt, etc.

È importante proteggersi dai raggi del sole durante tutto l’anno, ma ancora di più in estate, soprattutto in acqua! L’effetto del riverbero moltiplica l’esposizione alle radiazioni UV A e UV B che sono responsabili del cancro della pelle.
Per proteggersi in maniera adeguata, consigliamo di usare i seguenti prodotti:
– un top per coprire il torace, le spalle e la schiena. Può essere un top in elastan, una water T-shirt oppure una crema solare con indice di protezione UPF 30-50 waterproof;
– un copricapo, tipo cappello o berretto, adatto alla pratica del surf. Questo accessorio può rivelarsi molto utile con il bel tempo perché ripara il collo dalle scottature e protegge dai rischi di insolazione;
– una crema solare waterproof da applicare sul viso e nei punti del corpo che rimangono scoperti: esistono creme studiate apposta per i surfisti che lasciano sulla pelle un sottile pellicola visibile e che sono molto pratiche per vedere dove è stata applicata la crema e se ve ne è ancora!
– occhiali da sole studiati per essere indossati in acqua. Questi occhiali permettono di surfare proteggendo gli occhi e anche di vedere bene quando arrivano le onde.

Seguendo questi consigli è possibile praticare il surf senza problemi.